Critica in MOVimento

La seconda edizione del premio che punta a valorizzare il mondo della cultura che non trova spazio nei media mainstream

di Giovanni Sabelli Fioretti

Muoviti, critica!

Come tutto ciò che riguarda la nostra attività, anche il premio Critica in MOVimento è nato dalla semplice osservazione che tutti possiamo agire e, nel nostro piccolo, modificare un sistema più grande che spesso ci sembra immobile (e spesso infatti lo è!).

Studio28 Tv, la web tv che promuove il premio, nacque nel gennaio 2010, come progetto dell’organizzazione culturale milanese Perypezye Urbane. Un semplice blog in wordpress, una videocamera, le informazioni faticosamente accumulate in anni di lavoro e la voglia di smuovere le acque. Ecco qui: tutte le informazioni sul mondo dello spettacolo, del lavoro, dei bandi per la cultura e di ciò che si muove nelle sale dei bottoni, improvvisamente tutto messo on-line.

432287_390335824311292_386189631392578_1642867_886315003_n

Due anni dopo Studio28 Tv è una web tv che promuove la libera circolazione di informazioni in un settore, quello culturale, dove tutto sembra essere “politica” e dove la politica sembra essere l’assente numero uno. La cultura, si sa, non è un argomento sexy, non fa audience, non “tira”. Eppure registriamo un’esplosione degli accessi, lanciamo petizioni che smuovono l’Inps e i parlamentari italiani. Capiamo dunque che le cose possono muoversi. E perché, dunque, non anche la critica?

Critica in MOVimento è il nostro tentativo per arare e dissodare un terreno che da tanto tempo non viene più smosso. Si leggono sulla carta stampata le critiche ai grandi spettacoli dei grandi festival nostrani. Perché i festival minori, i teatri di provincia, le compagnie e le formazioni indipendenti non hanno diritto a una critica? Apriamo il New York Times, il prestigioso quotidiano, e lì la critica è militante, tutti possono essere oggetto di una recensione, e i lettori possono informarsi sui grandi spettacoli di broadway ma anche sui circuiti off-off. Tutto è preso sul serio.

Critica in MOVimento è una provocazione che lanciamo alla critica parruccona. E’ un premio allo spettatore attivo, a chi decide che anche la sua opinione conta, anche se non compare sul Domenicale del Sole24Ore o sulle pagine culturali di Repubblica, e decide di mettersi di fronte a una videocamera e dire la sua. La prima edizione è stata un successo, e oltre alla vincitrice ufficiale, Silvia Albanese, sono stati premiati anche Paolo e Jacopo, padre e figlio, che hanno cominciato la realizzazione di un vero e proprio format di videocritiche per bambini.

L’edizione del 2013, aperta fino a metà dicembre, coinvolge anche festival di cinema indipendente, e ha stipulato convenzioni con festival e rassegna di tutta Italia, che offrono accrediti per spettatori-critici che poi parteciperanno al premio.

Volete altre informazioni? Allora cliccate qui:http://www.studio28.tv/criticainmovimento2013/

E buona critica a tutti!



Sosteneteci. Come? Cliccate qui!

associati 1

.

Lascia un commento