Design is One

Ricordo del designer milanese Massimo Vignelli

 

di Cecilia Di Gaddo

 

Quando (poco più di sue settimane fa) ho letto l’invito di Luca Vignelli ad inviare una lettera a suo padre Massimo, uno dei più grandi designer italiani allora in fin di vita, ho istantaneamente visualizzato nella mente progetti di immagine coordinata, segnaletica, architettura, grafica editoriale, prodotto, arredamento, allestimenti, packaging, tipografia. In una parola, design. Un unica disciplina che necessita di competenze specifiche per i diversi settori che abbraccia, ma che obbedisce alle stesse regole. “Design is One”, per Massimo Vignelli, significa che se si è davvero in grado di progettare una cosa, allora si è in grado di progettare qualunque cosa. Il fulcro di questo approccio è nella metodologia, nel rigore, nella disciplina. “If you do it right, it lasts forever.” Non è un caso infatti se l’immagine coordinata di American Airlines, progettata nel 1967, è rimasta in uso fino all’inizio del 2013. Nel corso della sua lunghissima carriera, sempre affiancato dalla moglie Lella, ha contribuito con i suoi progetti all’innovazione rendendo il mondo più leggibile, comprensibile e godibile. Insomma più bello.

GUARDA LA PHOTOGALLERY

[new_royalslider id=”132″]

 

 

 

 GUARDA IL VIDEO

 

 

.



Sosteneteci. Come? Cliccate qui!

associati 1

.

Lascia un commento