sheiri rojhelat 21.

Frammenti di Kurdistan

di Linda Dorigo

Il valico di Bashmagh lo immaginavo diverso. A cavallo tra le montagne avrebbe potuto essere più romantico.

E invece sembra quello di Bazargan, tra Iran e Turchia.

Lì almeno c’è l’Ararat a riempire la cornice. Qui invece solo la polvere sollevata dai tir.

I soldati iraniani scherzano sul risultato degli europei di calcio. Abbiamo perso ai rigori con la Germania e loro si dimostrano solidali.

Lascio l’Iran e l’Iraq fa capolino in fondo al corridoio. Il faccione verde di Jalal Talabani mi riempie di gioia. Il vecchio baffuto guarda sornione e sotto la sua immagine c’è Mansur ad aspettarmi con una bottiglia d’acqua fresca dietro la nuca.



Sosteneteci. Come? Cliccate qui!

associati 1

.