Sezione: MONDO

Meglio di un romanzo: isole di silenzio

Il progetto di giornalismo narrativo tratto da FestivaLetteratura Come raccontare luoghi di solitudine lontani dal caos, spazi di raccoglimento che continuano a essere teatro di scelte radicali, per molti versi in controtendenza rispetto alla frenesia e alla distrazione di massa…

Serbia e rifugiati: tutto (non) va bene

Un’intervista a Zoran Đorđević, del Belgrade Center for Human Rights, su un sospetto respongimento illegale di una famiglia di profughi al confine tra Serbia e Bulgaria

La Visita

Detenuti baschi, dispersione, viaggi che rendono prigionieri anche i loro cari

Cartolina da Barcelona

di Alice Bellini È sempre più difficile che la mia scrittura si soffermi sulle città. Ho bisogno di aria. Di aperto. Di natura che vibra sotto i piedi. I polmoni e gli occhi e l’anima chiedono nutrimenti più rudimentali. Viaggi…

Aung San Suu Kyi e i rohingya, storia di un silenzio

Da molto tempo Aung San Suu Kyi viene ferocemente criticata per il suo silenzio sulle persecuzioni a danno della comunità musulmana dei rohingya. Nonostante le responsabilità, le ragioni delle sue posizioni sono piuttosto complesse in un Paese che attraversa una fase politica assai delicata.