Brasile al voto

di

7 ottobre 2018

Si eleggono Presidente, governatori e le due camere del Parlamento

I cittadini del Brasile sono chiamati alle urne oggi, 7 ottobre 2018, per scegliere il loro nuovo presidente, i governatori dei 27 stati federati e i membri del Congresso nazionale.

Le elezioni in Brasile si svolgono con un sistema a doppio turno per il presidente e il vicepresidente. Se un candidato otterrà più del 50 per cento delle preferenze, sarà immediatamente vincitore; in caso contrario, i cittadini torneranno alle urne per il ballottaggio del 28 ottobre. Il presidente, che resta in carica per quattro anni, è capo di stato e di governo (a differenza di quanto accade in Italia).

Sempre il 7 ottobre si vota per i governatori dei singoli stati e per il rinnovo del Congresso nazionale, l’organo legislativo del paese, diviso in due camere: la Câmara dos Deputados e il Senado Federal.

La prima ha un numero di membri proporzionale a quello della popolazione brasiliana (comunque non più di 513), che restano in carica quattro anni. Per il Senato, invece, ognuno degli stati federati (26, più il distretto federale che comprende la capitale Brasilia) elegge tre membri. Un terzo dei senatori viene rinnovato quattro anni, la quota restante dopo altri quattro anni.

Il voto è obbligatorio per tutti i cittadini di età compresa fra i 18 e i 69 anni. È facoltativo, invece, per i ragazzi di 16-17 anni, gli over 70 e gli analfabeti. A partire dal 2000 è stato adottato il voto elettronico: ciò significa che, se tutto andrà per il verso giusto, i risultati delle elezioni in Brasile saranno noti poche ore dopo la chiusura dei seggi.